info@turismopiacenza.it

Teatro dei Filodrammatici

Il Teatro dei Filodrammatici, inaugurato nella sua nuova stagione il 25 ottobre 2000 dopo i lavori di restauro che hanno riportato platea e palchi all’antico splendore, può essere definito una presenza storica nel percorso culturale di Piacenza. L’edificio di via Santa Franca, che nel 1908 fu assegnato alla Società Filodrammatica Piacentina – sodalizio sorto nel 1825 e riconosciuto con decreto ufficiale da Maria Luigia d’Austria –, fu costruito nel cinquecento e svolse, nei secoli, funzioni ben diverse.

La sua origine risale al 1549 quando le monache cistercensi di Santa Franca avviarono la costruzione di una chiesa all’incrocio tra via San Siro e via Solferino (l’attuale Via Santa Franca), dove poter trasportare il corpo della loro patrona. La chiesa era a pianta basilicale con una sola navata coperta da una volta a botte. Di fianco alla chiesa fu realizzato il convento per le monache attualmente trasformato in sede del Conservatorio e dedicato al musicista piacentino Giuseppe Nicolini.

In seguito alla soppressione del convento ordinata da Napoleone, l’edificio – comprensivo di chiesa e monastero – passò sotto l’egida del demanio, sino a quando Maria Luigia d’Austria lo concesse al Comune di Piacenza che lo destinò a usi militari: Guardia Nazionale, Vigili del fuoco e Genio militare austriaco abitarono il complesso. In seguito fu adibito a sede di una scuola di musica prima e di una tipografia poi.

Fu nei primi anni del 900 che la ex chiesa di Santa Franca fu convertita in teatro, con l’inserimento di una platea con loggiato e un ampio palcoscenico.
La facciata, in stile Liberty, è opera dell’ingegner Gazzola.Il Teatro dei Filodrammatici, inaugurato nel 1908, rimase attivo fino agli anni Ottanta, quando il tetto cominciò a scricchiolare e a perdere calcinacci, rendendo necessaria una lunga e forzata chiusura per i lavori di restauro, che si conclusero solo nel settembre del 2000.Attualmente il teatro può accogliere poco meno di 300 spettatori.

La sala di spettacolo, a ferro di cavallo, è circondata da loggiati su due ordini: sia cavea che boccascenasono ornati da intagli in legno dorato. I due ordini di gallerie sono sostenuti da pilastrini ed arcatelle. I colori dominanti sono l’avorio e il verde tenue, mentre le decorazioni floreali sono dorate, a stucco e con inserti geometrici che ornano il proscenio. La volta della sala è affrescata con motivi a mazzo di fiori; sul palcoscenico sono visibili alcuni elementi architettonici legati all’originale destinazione religiosa: la copertura a volta e alcuni semipilastri. La facciata, realizzata dall’ingegnere Giovanni Gazzola, è ripartita da quattro lesene per definire le tre aperture e verticalizzarne l’aspetto ed è abbellita con eleganti decorazioni liberty. Il motivo che caratterizza l’esterno è definito ad “ali di farfalla”: le cornici seguono linee curve che ben si armonizzano con la scelta dei colori delicati come il rosa e il grigio. Anche i portoni e le parti in ferro battuto ricalcano gli stess  i motivi artistici; i lampioncini posti per illuminare la facciata presentano una strana coda serpentina, che li rende tra gli oggetti liberti più interessanti della città. Il teatro dei Filodrammatici, concesso in uso alla Società Filodrammatica Piacentina, che così lasciò libero il Palazzo Gotico come sede municipale, fu inaugurato nel 1909.

Negli anni Ottanta il tetto del Teatro cominciò a “scricchiolare” e a perdere calcinacci, triste presagio della lunga e forzata chiusura di un ventennio. I necessari lavori di restauro furono intrapresi nel 1997 per iniziativa del Comune di Piacenza e della Fonazione di Piacenza e Vigevano, nonché della Regione Emilia Romagna, finché nel settembre del 2000 il rinnovato teatro Comunale dei Filodrammatici fu riaperto al pubblico. E’ gestito dal Teatro Gioco Vita, teatro dell’innovazione, tra i primi in Italia.

Info&Contatti

  • Via Santa Franca, 44 - 29121 Piacenza, Italy
  • Visibile solo dall'esterno, tranne in occasione di eventi.
  • +39 0523 315578
  • biglietteria@teatrogiocovita.it
  • www.teatripiacenza.it
  • Hai visitato questo luogo? Dicci quanto ti è piaciuto

I commenti sono chiusi.