info@turismopiacenza.it

Palazzo del Podestà

Palazzo del Podestà o Palazzo Vigevani – Gravaghi. Risale al 1292 l’erezione sul lato settentrionale della Piazza Monumentale del Palazzo del Podestà, che subì poi continue modifiche.
E’ un edificio complesso, formato da diversi volumi architettonici addossati al compatto corpo di fabbrica centrale, che Alberto Scoto fece erigere negli anni 1293-96 nello spazio più interno e protetto della “piazza alta”.

Al nucleo centrale duecentesco si aggiunsero, verso la metà del 400, due corpi avanzati: la loggia dei “notari” e un’ala prospiciente la piazza. La scala esterna era già esistente alla fine del ‘200 ma ad essa furono aggiunti nel XV Secolo, il parapetto la corporatura e l’avancorpo centrale con il portico. L’edificio a tre piani, realizzato in cotto, a vaste profondi archi acuti, sormontato da una corona di merli a coda di rondine, finestre a sesto acuto illeggiadrite da fini merlettature e fregi anch’essi in cotto, lo sovrasta una torre a pianta pentagonale le cui pareti settentrionali accolgono due grandi orologi. Quello prospiciente la piazza era già presente nel 1630, dipinto dal Guidotti. All’interno è rimasta pressoché intatta la grande sala consigliare con il soffitto a cassettoni e la decorazione. Il Palazzo ebbe carattere polifunzionale: servì per il disbrigo delle attività amministrative e di giustizia; fu sede di edifici comunali. Attualmente il Palazzo del Podestà è sede della sala consiliare del Comune di Castell’Arquato, nella quale è esposto il dipinto del pittore piacentino Antonio Malchiodi (1848-1915) “L’ultima consolazione di Tarquato Tassso”.

Attualmente il palazzo ospita nella loggia dei Notari l’Enoteca Comunale accessibile dalla piazza, mentre negli altri piani sono organizzate mostre d’arte figurativa.

Info&Contatti

  • Piazza del Municipio, 7 - 29014 Castell'Arquato
  • +39.0523.803215
  • iatcastellarquato@gmail.com
  • www.castellarquato.com
  • Visibile solo dall'esterno, tranne in occasione di mostre o eventi
  • Hai visitato questo luogo? Dicci quanto ti è piaciuto

I commenti sono chiusi.